mercoledì, aprile 20, 2011

Altro esclusività di Moggi....

Piaccia o non piaccia al PM Narducci, MANGIVANO TUTTI ! Con il DG Bianconero, che mangiava Meno degli altri!

La fase dibattimentale del processo di Napoli si è chiusa con una dichiarazione spontanea di Pairetto. Riprendiamo, perché significative, la parole di Pairetto su pranzi e cene con dirigenti e società:

"Io ho avuto rapporti conviviali con dirigenti del Parma, del Verona, con Meani, Facchetti con cui sono stato più volte a pranzo e cena, Governato, Corsi, Zaccarelli, Romero, Dal Cin, Sensi".  In parole povere, con Pairetto mangiavano praticamente tutti.

Ricordiamo che i rapporti di Moggi e Giraudo con i designatori sono alla base delle condanne della sentenza Sandulli e che, secondo l'informativa di Auricchio, Bergamo e Pairetto erano gli associati principali della Cupola messa in piedi a Torino. Su quei rapporti, in particolare, a pagina 68 di quella sentenza si può leggere che erano "costellati da ripetuti incontri conviviali privati ed esclusivi".
Proprio così: ESCLUSIVI.

Per certi versi quei pranzi e quelle cene sembrano allora riassumere l'assurdità di Calciopoli, e quello che adesso sperano e si aspettano i tifosi bianconeri, specie se la sentenza a Napoli dovesse escludere l'associazione a delinquere, è la completa revisione del processo.

Perché è vero che la sentenza Sandulli è passata in giudicato, come ci tiene a scrivere il direttore della Gazzetta in ogni editoriale sull'argomento, ma è anche vero che pranzi e cene dicono che quella sentenza non sta più in piedi, e potrebbe non reggere alla richiesta di revocazione ex-articolo 39.

Nessun commento: