domenica, dicembre 30, 2007

LA VITTORIA DEL CUORE-PAVEL... AMARCORD QUEI BOSSOLI INTIMIDATORI INVIATI A QUEL "massimo moratti" CHE CON IL FRATELLO GIAMMARCO, HANNO RUBATO DUE MILIARDI DI EURO CON LE AZIONI SARAS GONFIATE. QUANTI E QUANTO PUOI CORROMPERE CON CON DUE MILIARDI DI EURO ("6000" MILIARDI DI VECCHE LIRE!). ECCO PERCHE L' "inter" E' LA SQUADRA DELLA CASTA! SE POI CI CONTIAMO I 100 000 DOSSIER DI TELECOM-TRONCHETTI SU GLI ITALIANI CHE CONTANO, ABBIAMO IL QUADRO COMPLETO DELLA CORROTTA & RICATTATA ITALIA!

Juventus - Atalanta 1 - 0 - Nedved  tira e gol
E’ stata la vittoria del cuore e della determinazione, o se mi consentite, è stata la vittoria “da Juventus”, da squadra che non si arrende mai e che lotta fino all’ultimo secondo di gioco: e come tutte le cose sofferte, è stata una vittoria davvero bella, direi da svolta in positivo.

Non fosse altro perché il gol di Nedved mi ricorda sia quello di Piacenza nel 2002, gol che tenne ancora in vita per i bianconeri la speranza di uno scudetto che poi arrivò nel modo più pazzesco immaginabile; sia pure quello di La Spezia, gara dello scorso campionato, che evitò una possibile fase di crisi della squadra, già reduce dalla sconfitta di Mantova.

Stavolta è stato il gol che ha mantenuto inalterate le distanze dalla vetta, che ha consentito di avvicinare la Roma e di allontanare la Fiorentina, lasciando un punto sotto anche la sorpresa (che poi tale non è più) Udinese, allenata da quello che ritengo sarà l’uomo del futuro in qualche panchina importante, ossia Pasquale Marino.

Dunque gol provvidenziale, che permette alla Juve di avere ragione della squadra forse più bella vista quest’anno all’Olimpico, l’Atalanta di Del Neri, solida, ordinata, insidiosa, e diciamolo pure bella da vedere anche quando non è in possesso di palla, per il modo come si dispone armoniosamente in campo.
Per questo si tratta di una vittoria che vale doppio, anche se va detto che il risultato per quanto vistosi in campo non fa una grinza, la Juventus ha attaccato molto, ha creato occasioni da rete, non è stata fortunata in qualche circostanza e precisa in altre, ma ha dato l’ennesima prova di una personalità e maturità acquisita, il che fa bene sperare per il prosieguo della stagione, fugando quei dubbi che erano emersi dalla prova incolore di Empoli in Coppa Italia. (Antonio La Rosa JUWORLD.NET)
Pavel Nedved Pallone D'Oro
Quando in una gara che sembrava volgere mestamente ad un pareggio con rammarico, un campione si inventa letteralmente la giocata che consente alla squadra di portare a casa tre punti, vuol dire che il campione c’è ancora ed ha ancora voglia di fare grandi cose. Ad onor del vero Pavel da qualche gara dà segni di grande crescita come condizione fisica ed anche mentale, gli mancava solo il gol. Contro l’Atalanta ha dato il suo solito contributo, qualche volta ha pasticciato, ma è stato sempre sul vivo dell’azione, e la cosa non può che fare piacere per il prosieguo.
------------------
“Sono stati sorpresi a rubare e per questo sono stati puniti; se ci fossero ancora continuerebbero a rubare come in passato”

Così parlò l'infame corruttore: "massimo moratti", al giornale che un tempo era di battaglia ma oggi è omologabile come trombone di regime, La Repubblica, quotidiano di cui ricordo ancora lo slogan aggressivo quando uscì nel 1976 (“O CREDI ALLA TV DI REGIME O CREDI A LA REPUBBLICA”!).

Ci mancavano eccome le parole distensive del riccone più capriccioso d’Italia, quello che qualunque cosa faccia di scandaloso, viene sempre chiamato “$ignor€”.

Anche se le sentenze e gli atti ufficiali del processo farsopoli dicono che nessun illecito è stato commesso o provato (ricordo che la Juventus è stata massacrata per una sommatoria di comportamenti [articoli 1] ritenuti contrari alla lealtà sportiva, la cui somma è stata equiparata all’illecito [artico 6], ma non per alterazione di partite o prova di condizionamenti reali di arbitri e avversari), l’uomo che annovera tra i suoi collaboratori il pregiudicato patteggiatore Oriali (sei mesi di reclusione, pena sospesa alle condizioni di legge), colpevole di falso e di ricettazione per la vicenda Recoba, l’uomo che presiede la società che a Milano è sotto processo per falsi in bilancio (processo che gia' sappiamo come andra' a finire!), l’uomo che grazie alla collocazione sul mercato delle azioni Saras a prezzo gonfiato ad arte, in un solo giorno (perdita attestata in 24 ore del titolo pari al 30%), ha rubato due miliardi di euro ai risparmiatori italiani, ancora una volta si permette di erigersi a moralizzatore dei costumi altrui.

Ne ha bisogno in effetti, parlare di ruberie altrui, vere o presunte, con una stampa sempre servile e pronta ad alzare i polveroni utili ai padroni del calcio attuale, distoglie l’attenzione da altre vicende, magari da rigori puntualmente concessi alla sua squadra quando è in difficoltà. Solo che, come al solito, il “$ignor€”, che non è affatto dotato di grande intelligenza ed astuzia, nel prosieguo dell’intervista, ha esaltato le grandi doti di … Ibrahimovic!

Già: con chi giocava questo supercampione galattico prima di giocare nella sua beneamata?
Se la memoria non mi inganna, giocava con cinque campioni del mondo (Buffon, Cannavaro, Zambrotta, Camoranesi, Del Piero), e tre vice campioni del mondo (Thuram, Vieira, Trezeguet), con un pallone d’oro (Nedved) ed il capitano della Nazionale under 21 (Chiellini). Ossia con i ladri che rubavano …

E' sempre parlando di beneamata, lunedì mattina, a “Radio anch’io sport” era ospite Marco Branca, dirigente nerazzurro in quanto “molto” amico della signorina Bedi Moratti, il quale ha esaltato le grandi mosse di mercato dei nerazzurri, frutto di capacità e programmazione. Ha ragione, anche se ha dimenticato di ringraziare il “General Manager ex machina” dell’Inter, quello che nell’estate 2006 ha programmato questi anni nerazzurri, con la copertura del palazzo della politica, ossia Guido Rossi.

E’ stato lui infatti ad avere messo l’Inter in condizione di poter essere l’unica società ad operare in un certo modo sul mercato, anche grazie alle coperture politiche che consentono alla società nerazzurra di riciclare il passivo mediante vendite fittizie di marchi, o leggine ad hoc che consentiranno (parlo della finanziaria di quest’anno) di poter ammortizzare o “creativizzare” le passività di bilancio, in violazione dei parametri COVISOC.

Per questo una società in forte passivo come l'inter può disporre di tanta liquidità per potere acquistare chiunque o bloccarlo per non farlo andare altrove, tanto i passivi potrà postergarli a suo piacimento. Come faceva del resto Italo Allodi ai tempi di Moratti padre, come dire buon sangue non mente.
----------------------------------------------------------



AVEVANO PROMESSO DI AMMAZZARE I CHENNEDY,
E' MALGRADO GUARDIE DEL CORPO E SERVIZI SEGRETI!
GLI HANNO SPARATO!

AVEVANO PROMESSO DI AMMAZZARE REGAN,
E' MALGRADO GUARDIE DEL CORPO E SERVIZI SEGRETI!
E' GLI HANNO SPARATO!

Piu' volte hanno promesso di sparare a "massimo moratti", mandandogli lettere con bossoli intimidatori. Ma malgrado il "corruttore-massimo", abbia persistito ad elargire accuse e invettive contro la Juventus e il suo popolo, ha continuato a camminare per strade e vie del FU belpaese...tranquillamente, senza nessuno che se lo fili... tranne quel tifoso gobbo che lo ha deriso per lo "scudetto di cartone". Allora quelle lettere con i bossoli, chi le ha spedite?
----------

«Bossolo a Moratti? Imbecilli, imbecillita' o presa per il culo made in via bigli?»

Onorevole Ministro, l’episodio della lettera con proiettile destinata a Morat­ti, reso noto con molti giorni di ritardo(chissa' poi perche'), un paio dopo l'increscioso episodio, scaturito da una battuta di un'Orgoglioso Sostenitore Juventino sullo scudetto di cartone, in quanto strappato con sistema Medioevalesco dai poteri forti denunciati da Moggi, e che noi (almeno io!) innamorati dell'amata Vecchia Signora  individuamo in M.Moratti-T.Provera e' loggia Piazzetta Cuccia (via Filodrammatici) a Milano,  E' la Banda Politico-Bancaria-Capitalia-della Capitale, logicamente Lei e' il Petruccio del Coni inclusi.

Episodio increscioso in quanto una persona che oltre al ruolo sociale (dottore estremamente ricco - anche se la laurea glie'hanno comprata, dopo avergli comprato il diploma di maturita' per l'iscrizione all'universita': Luis Guido Carli... così dicono a Dipingano-cs-), porta un ruolo istituzionale è dovrebbe dare l'esempio.

Onorevole Ministro, penso che lei e' a conoscenza del volgare comportamento di questo  individuo, in tribuna durante la partita Livorno Inter, e' l'nverecondo spettacolo in tribuna al Meazza nel derby e puo' capire perche' la laurea gliel'hanno dovuta comprare! Purtroppo nell'Italietta divenuta ormai una benemerita republica delle Banane, di inverecondo (si dice cosi'?) non c'e' solo il padrone dell'inter, perche' a contendervi il dubbio titolo siete in tanti! lei che ha l'ardire di dichiarare di aver difeso Lippi durante calciopoli in primis, e quella faccia di marmo del servile Palazzi che non ha sentito il dovere di chiedere a quell'altra corrotta-macchietta di Borrelli di investigare il vergognoso show perpetrato dall'uomo dal volto equino e dal parlare contorto.

Se veramente c'e' stata una lettera intimidatoria (conoscendo le abitudini Meneghine sono piu' propenso a credere a un ripetersi della congiura della CIMICE di Berlusconi), essa puo' avere solo TRE spiegazioni. 1: che la ma­dre degli imbecilli e' sempre incinta; 2: che non e' stata mandata da un tifoso e che e' stata mandata chissa' da chi per ragioni che non hanno niente a che fare con lo scu­detto sottratto alla Juventus; tre, che per quanto dissociativa, oltraggiosa e' condannabile, non essendo l'Italia un paese di tutti Santi, dottori e buon Samaritani, il colpevole maggiore e' lui!

Sono otto mesi dalla fine di calciopoli che lo scemo del villaggio dalla faccia di cavallo, quotidianamente col suo parlare contorto (definizione dell'Avvocato Prisco) ci propina una litania di insulti verso tutto cio' che e' Juventino! Mi sembra interessante il di­scorso che, contestualmente, e' venuto fuori a proposito delle molte lettere di protesta giunte all’Inter (comprese le mie, una copia di quelle che mando a lei, va alla sede dell'inter) e alle auto­rita'  sportive. Conoscendo le abitudini dell’Inter e' comprensibile che pretende di ignorarle e di non parlarne, cosi' fece con l'affaire Nucini, e' De Santis, tenendo tutto nascosto in modo carbonaro, per poi parlarne in interiste alcuni anni dopo!

Cosa che a me (solo a me?!) sembra invece colpevolmente sospettoso (se i Giudici di Napoli possono credere al complotto Moggiano, a maggior ragione posso io credere al complotto del Pirellone! A dar retta a voci che vengono fuori da viale Tiziano, come non credere al complotto se a ordinare a Giovanni Petrucci di nominare Kommissar Guido Rossi, e' stato Marco Tronchetti Provera, in connubbio con le alte sfere della Ifil, ecco perche' non sorprende che non ne accusino ri­cevuta le autorita sportive, a cui moltissimi tifosi chiedono conto dell’assenso al linciag­gio estivo contro la Juventus e del silenzio invernale, silenzio sospetto e fortemente colpevole (pre­ludio all’insabbiamento!) delle molteplici e gravi irregolarità dell’Inter! Ho l’impressione che, con l’ec­cezione di Tuttosport, il si­lenzio invernale sia stato ga­rantito dalla cupola mediatica che si dice agli ordini del guru Candido cannavo'!Quell'infame, che si presentava in tribuna del Meazza nelle partite dell'inter con il polsino nerazzurro!

On. Ministro Melandri, non mi dispiace affatto, farle provare un'altra delusione, perche' lei ha fatto male a credere alla bufala mediatica, che i tifosi juventini siamo dei fessacchiotti. Vede signora ministra, e' vero che come Tifoseria, quella juventina, is: "a breed apart"-Civile e' non violenta! Ma non vuol dire che siamo dei fessi o dei Santi. Su 13/14 milioni ci sono anche le teste calde (non delinquenti, come provano i morti nelle tifoserie di "milano-roma-napoli!), qualche mattoide e anche e' anche quelli come me che si incazzano, e' trattano i corrotti da corrotti, siano essi giudici, magistrati, giornalisti e quant'altri!

Incazzarsi anche con lei per la tipica arroganza da ultra' romanista, che crede di avere il privileggio a incazzarsi! E' invece sbaglia ancora una volta! Perche' io sono veramente incazzato, tanto da scendere al suo livello-morale, e' mi attacco al gossip: una ministro che bazzica il "Billionaire"! E' non solo - 8/2/2007 - Melandri sbugiardata: ballava da Briatore - http://www.ilgiornale.it/news/melandri-sbugiardata-ballava-briatore.html - Siii, lo so che lei e' troppo romana ovvero arrogante per leggere la mia Mail! Perche' se la leggesse capirebbe che per quanto civili e pacifici, anche i burini Gobbi si incazzano e' con ragione, visto che i canali di informazini: giornali (RcsmediaGrup-La Stampa Famiglia Elkan-Montezemoloe in primis) e le molte televisioni a cui preme che di “calciopoli” e soprat­tutto di Inter-PetroEuro-scudettata e plusvalente non se ne parli affatto!

Tutto, infatti, deve sembrare normale, regolare, onesto e definitivamente ar­chiviato. Sull’episodio in se, comunque, mi sembra tanto ovvio quanto doveroso dichia­rarne l’assoluta inaccettabi­lita' e pericolosita'. Si tratta di gesti che non possono trovare non solo nessuna giustifica­zione, ma neppure alcuna at­tenuante! Purtroppo lei e' romana, e' da romana, forse, non ci crede, ma: NON fu un tifoso Juventino a sparare a Abra Abraham Lincoln, come non furono tifosi juventini a sparare ai fratelli Kennedy e a Aldo Moro! E' chi ci dice che non viene fuori uno scellerato-tifoso che spara a Ronald Regan, puo sparare a chiunque, no?

Lei signora ministra, che durante l'aggressione alla Juventus fu tanto solerte nel richiamare "Los Federales" al Dovere affinche' la "giustizia" di "Torquemada-rossi guido" prevalesse, me la ricordo molto attiva e' instabile a partecipare nei teatrini Tv per incoraggiare la "gogna mediatica" con quell'aria soddisfatta, cosa ha fatto da quando la Procura del Tribunale di Milano, ha mandato all' "Ufficio inchieste" della FIGC i Documenti relativi all' ILLECITO del Falso in Bilancio perpetrato dai cugini "inter & milan"? Sono passati 8 mesi, e' cosa ha fatto per richiamare al dovere quella Banda di "mangiaPane a tradimento dei, "servi del potere meneghino"? Niente! O forse si? Magari intawscare un bel malloppo per le notti al Bilionaire e le vacanze in Kenia? Fossi persona colta, le direi: cordiali saluti.
---
PS. La squadra di basket della Benetton si è vista togliere 12 punti per irregolarità di iscri­zione di un giocatore senza aver quasi mai giocato. E al­l’Inter scudetto con falsifica­zione di passaporto ( e relati­va condanna penale)? La no­stra educatrice, on. ministro Melandri dovrebbe illumi­narci sulla sua visione di pu­lizia nello sport Non si sente più parlare di plusvalenze, di una squadra, che non poteva è non doveva nemmeno iscriversi al campionato, quella squadra che neanche l'acido muriatico riuscirebbe a lavarla per pulirla delle malefatte dei Moratti padre è figlio!

(2 ottobre 2007) - Inter: busta con minacce e bossoli per Moratti
http://www.corriere.it/politica/07_ottobre_02/minacce_moratti.shtml -  (http://goo.gl/bPnho2)

Lettera inviata da Francesco Ienzi  il 15 ottobre 2007 e publicata dopo l'ultima esternazione dll' Infame Corruttore "massimo contro la Juventus, il 30 dicembre 2007
IL CORRUTTORE-MASSIMO & IL CORROTTO  BORRELLI
IL CORRUTTORE MASSIMO & IL CORROTTO PALAZZI




Nessun commento: