mercoledì, marzo 01, 2006

Massimo minimo il CLOWN di via durini

Andò incontro all'amico tronchetti Provera biascicando, si sono alleati per non far vincere l'inter, é un complotto ....questo é quello che pensa lo storico minimo ... Massimo Moratti! Nell'ambiente Schick della Milano bene meglio conosciuto come....krug: in onore del mamoso Clown triste che aveva il "dubbio" pregi di par piangere i bambini. Massimo Krug Moratti é molto popolare in quel ambiente....un ambiente di scrittori veri, "ma complessati" Di pseudo intellettuali squattrinati, di aspiranti attori falliti, sempre pronti a farsi trovare con il sorriso di circostanza stampato sul volto, ogni qualvolta Massimo si rivolge a loro scatta l'invito alla comuna Baires. Buenos Aires mi porta alla mente il racconto di un amico......<><><><>un piovoso giorno di luglio, ero nella Calle La Valle assieme a un amico, un businessman e un suo amico a mangiare una pizza nella pizzeria El Trebol, quando al notro tavolo si avvicina un signore con il portamento inconfondibile dell'omosessuale, tra i 55/60 anni, stempiato con pochi capelli lisci raccolti dietro la nuca a forma di codino cinese; punta diritto verso l'amico del businessman, stretta di mano con abbraccio e battutina al fondo schiena. Nessuna presentazione, solo un furtivo sguardo e un que tal.....sussurrato, per loro in quel momento, io e il mio eravamo due estranei, però parlavano liberamente, senza nessuna rémora. Sono rimasto sorpreso di sentire nel loro dialogo i nomi .Moratti e Versace.... ma tutto dun tratto, come morsi di una tarantola si sono alzati e gratificandoci un.....hasta luego hanno girato i tacchi verso l'uscita, passando per la cassa pagando loro il conto. Guardo il mio amico e porto l'indice della mano destra all'orecchio, egli annuisce con il capo dicendo, maricones ....hanno un luogo d'incontro nella calle Florida, la via Condotti di Buenos Aires: una calle attigua a calle Lavalle Chiedo all'amico hai sentito? Cosa c'entrano Moratti e Versace, e chi é questo Versace? Stranamente reticente, l'amico dopo un po dice....so soltanto che Moratti é molto popolare nella comunità...."maricona" (omosessuale), di questo Versace non so niente, spesso ho sentito il nome, ma non so se é un relativo di quello ucciso a Miami. Ecco spiegata la simpatia di Moratti verso i calciatori Argentini, e propabilmente ha anche a che fare con la popolarità di Moratti nella comuna Baires di Milano. Forse le voci che escono dalla comuna, di un legame...."homo" tra l'inquilino di via Bigli e il Versace sono vere! E non ci sarebbe niente di strano. Proprio in questi giorni a Eagleswood TWP. N.J.....Il 71nenne Prof. McBeth padre di 3 figli dopo una felice convivenza tra famiglia e amicizie omosessuali ha deciso di cambiare sesso, e ha richiesto alle autorità cittadine il diritti al suo vecchio posto di insegnante, logicamente gli é stato accordato. Forse il presidente dell'Inter per dimenticare le delusioni che gli procura la beneamata cerca rifugio tra le braccia del Versace; niente di strano Massimo, dopo tutto sei uno dei tanti milioni del popolo interista e con tutti i soldi che hai.... E si.....Massimo Krug Moratti ha tanti soldi, non sa da dove vengono, percheé, é il fratello Gianmarco a farli, ma ne ha tanti....che ha contagiato oltre a uno stuolo di parassiti , pure la consorte milly ... colei che pur essendo la moglie di un petroliere inquinatore e corruttore come pochi al mondo. Lei la strampalata Milly si candidò come sindaco di Milano nei verdi definendo l'incosciente marito un semplice operatore dell'energia ... un semplice operatore dell'energia che permette al Massimo minimo di spendere e spandere in modo scriteriato nel calcio per costruire le sue armate di figurine nerazzurre in modo secondo lui, da dare serenità alla gente inter(tr)iste dopo una dura settimana lavorativa ... parole di milly ... oltre 600 milioni di euro (.. notizia di oggi la sampdoria é in vendita per 60 milioni) giudicati non cifra folle perchè denaro fresco ne gira molto di meno ... musica ancora della milly e quindi le cifre non sono reali ... sarà, comunque uscendo dal quadretto onirico e in un certo senso messianico tratteggiato dallla massima consorte di minimo le cifre nude e crude parlano di perdite in bilancio medie delle ultime 4 stagioni di 97 milioni, queste molto propabilmente reali essendo uscite dal consiglio di amministrazione dopo la riunione per il bilancio del primo semestre del 2005/2006 ... perdite che solo grazie al portafoglio dell'evangelico generoso minimo mantengono vivo il sogno degli inter(tr)isti ... divenuta ormai l'ossessione di vincere ...à complimenti alla costanza di minimo, perdite di bilancio, perdite di partite, perdite di trofei ... lui finge d'incazzarsi e non molla ... sopporta magari male l'ingratitudine dei propri tifosi quando lo invitano a farsi da parte perché é minimo la causa di così tante disfatte ... mette il broncio e lascia la carica di presidente a quell'altro palovestito di Fiaccschetto ... ma tanto non cambia nulla, lui parla, lui convoca la legione di parassiti giornalisti al mattino d'avanti al portone di via Bigli e nel pomeriggio d'avanti alla sede in via Durini, dove parla e parla fingendo di voler smettere ma continua a parlare, e se parla il cadaverico presidente lui miimo farà il contrario di quello che ha detto il grigio pseudo presidente Fiacchetto. Deve parlare minimo con il suo modo contorto, parla e decide, e decide come parla...in modo contorto.Il frutto delle sue decisioni sono i risultati contorti. della contorta squadra. Ma lui continua per la sua strada sempre più contorta sapendo, forse che i suoi tifosi sono contorti e continuano a osannarlo pensando in modo contorto, ma questa volta forse, meno contorto, che il buon Dio Bianconero avrà pietà di vederlo sempre più triste rannicchiato tra le braccia accoglienti del versace e lo gratifica del triangolino tricolore.....e allora il popolo intertriste griderà al miracolo e osanna al Massimo minimo storico.Ma il benzinaro triste continuerà la collezione di figurine umane, é più forte di lui .. senza inter é perso, niente più tacquini, microfono e telecamere, niente più rimirarsi alla TV .Come potrebbe non spendere i suoi dané nel suo giocattolo preferito? E allo stadio 80.000 intertristi inneganti a lui lo fanno intenerire, e allora l'incosciente in nome dei tifosi spende. Ai suoi meravigliosi tifosi, l'incosciente Massimo regala le onerose figurine umane. Peccato che poi le figurine devono anche scendere in campo per vincere e non solo firmare autografi alla pinetina. Povero intertriste Massimo, ridotto ormai come il più patetico vagabondo frequentatore del bar sport ad attaccare la dirigenza juventina anche dopo l'ultima sconfitta patita co un arbitro vergognosamente a loro favore, pretende che sia la dirigenza ad accettare supina i commenti dei vari mancini, figo e cambiasso Veron quel deficiente del loro capitaano, il mastro bugiardo sssanetti, tant'é, minimo la scorsa estate ha provato a portarsi in casa Moggi convinto di realizzare contemporaneamente 2 cose vittorie assicurate ed eclissi del potere bianconero ... come dire, se gli altri vincono con l'inganno non va bene ... però se vincessi io sarebbe lecito ... perché io sono buono, sono un signore ... l'ultimo gentlemen di questo sporco pallone ...lo dicono tutti....alla radio, sui giornali, alla televisione tutti dicono cha sono un signore. Povero scemo la speranza di noi Juventini è che tu non togli il disturbo e resti con tutto il tuo sporco denaro! L'Inter era una squadra di calcio di una società rispettata, con un passato glorioso che hai portato a livello di circo con buffoni di ogni genere, non ascoltare a chi dice basta! Resta da quando l'hai comprata tu hai fatto diventare anche i suoi tifosi buffoni come te e la banda di intellettuali che ti osanna in publico e ti sperncchia in privato.

Nessun commento: