lunedì, marzo 27, 2006

IL SOLITO TREFOLONI...ANTIJUVE

IL SOLITO TREFOLONI...ANTIJUVE IL nervosismo di Nedved lascia la Juventus in dieci al 46' del primo tempo, ovvero a due minuti dalla fine dei tre di recupero concessi da Trefoloni. Il nervosismo del ceco si spiega con la tattica certamente prevenuta e studiata della Roma di stargli sulla pelle: dopo la campagna di stampa cominciata, in seguito alle accuse al ceco da Mancini dopo Inter-juve. Già al 7-30 Nedved era volato al limite dell'area per un calcione di Alvarez sul ginocchio destro e trefoloni a due passi, incredibilmente per chi non sa: non prendeva nessun provvedimento. Nedved veniva accompagnato a bordo campo zoppicante e fumante. Per i romanisti deve essere stato il segnale di via libera, perchè a turno un po tutti hanno cominciato a martellarlo, Perrotta è il primo ad approfittarne, cattivo il fallo da dietro sotto gli occhi dell'arbitro. Sorprende che Capello conoscendo l'ambiente e lo spogliatoio della roma non abbia colto il pericolo e l'abbia lasciato in campo. L’espulsione per doppio giallo arriva per due falli (il primo piuttosto ipotetico, il secondo ineccepibile)compiuti su Perrotta, il Romanista che più approfittava della libertà di menare concessa dall'arbitro. Nedved al 46', va a gamba tesa e piede a martello sulla caviglia dell’avversario. Un fallo stupido e gratuito che Trefoloni accoglieva come manna caduta dal cielo per poter punire con la seconda (giustissima) ammonizione, la prima al 39' (per un presunto fallo da dietro sul romanista, non sembra ci siano gli estremi). Nedved a parte, i bianconeri non reagivano ai tanti, troppi falli commessi dai giallorossi e lasciati impuniti dall'arbitro, così, il primo tempo era filato via tranquillo, malgrado un grave errore dell’assistente Ayroldi, che al 13' segnalava un inesistente fuorigioco di Ibrahimovic presentatosi tutto solo in area su lancio da dietro. A tenerlo in posizione regolare, e anche di molto, era Mexes al centro. La sagra di Trefoloni, come detto cominciava all...7-30' con il succitato calcione di Alvarez sul ginocchio di Nedved che lo faceva volare in aria al limite dell'area e Trefoloni faceva segno di proseguire. Dall'altra parte al 10' lasciava correre una possibile ostruzione di Thuram su Perrotta, ostruzione piu' evidente di Cannavaro al 15 non punita. Al 12' Dacourt si lasciava andare in un'entrataccia da dietro su Camoranesi, ma anche questa volta l'arbitro di Siena faceva la faccia di bronzo e non prendeva provvedimenti, e al Al 42' una mezza rovesciata di Ibrahimovic in area veniva respinta di testa-spalla (e non di braccio) da Kuffour. Ad inizio ripresa un'ancata di Rosi a Cannavaro in area romanista lasciava molti dubbi, ma Trefoloni decideva di non punirla con il rigore, e non puniva con il rigore neppure la netta trattenuta su Ibrahimovic. più tardi su angolo per la Roma, Vieira tira leggermente la maglia Okaka, ma Trefoloni fischia un più grave ed evidente fallo di Mexes su Buffon. Ignorata anche una brutta gomitata di Panucci a Chiellini

Nessun commento: