mercoledì, aprile 18, 2007

L’EDITORIALE GIANCARLO PADOVAN: E MORATTI SCIVOLA ANCHE SU CARL LEWIS

TEL'HANNO FATTA PAGARE! CREDEVI DI ESSERE AL CORSERA DOVE PER ANNI HAI  POTUTO SPALARE FANGO SULLA JUVENTUS  IMPUNEMENTE 


Il lettore Maurizio Maurelli, interista dichiarato, da un paio di settimane mi incalza intimandomi di replicare pubblicamente alle sue mail di prote­sta. Ce l’ha, il Maurelli, non solo con me, ma so­prattutto con la Juve e, in generale, con chi vor­rebbe restituito l’ultimo scudetto (quello della sta­gione 2005-2006) a chi l’ha vinto sul campo. Come si vede, un tema lanciato da Tuttosport nell’afoso agosto dell’anno che va a spegnersi, è ancora cal­do, ovvero sentito e dibattuto, anche ora che ci av­volge il rigido inverno. Con la scusa di rispondere al disattento Maurelli, coglierò l’occasione per con­sigliare al presidente dell’Inter, Massimo Moratti, un minimo di cautela in fatto di paragoni. Ci è ca­pitato infatti di leggere sul sito francorossi.com al­cuni stralci di un’intervista concessa da Moratti e di prossima pubblicazione su un giornale giappo­nese. In particolare ci ha colpito la risposta alla se­guente domanda: «Dopo tanti mesi c’è chi sostiene che lo scudetto che l’Inter ha sulle maglie sia im­meritato e che l’attuale campionato sia sminuito dall’assenza della Juve. Lei cosa risponde?». Paro­la a Moratti: «Carl Lewis vinse a Seul perché Ben Johnson barò e se negli ultimi anni qualcuno ha barato, come ha riconosciuto la giustizia sportiva, è giusto che sia stato premiato chi si è comportato correttamente. Essere paragonati a Carl Lewis, uno dei più grandi atleti di ogni epoca, ci inorgo­glisce (??? ndr). Sono stati altri a vincere a tavoli­no, non certamente l’Inter. L’attuale campionato non è sminuito dall’assenza della Juve, anzi mi sembra più importante di quelli degli ultimi anni. E il motivo mi sembra ovvio…». Tema 1. Ben Johnson e la Juve. Caro presidente e, per conoscenza al succitato Maurelli, non si può es­sere così imprecisi. Come lei sa, infatti, la Juve è sta­ta condannata per fatti illeciti relativi alla stagione 2004-2005. Quella successiva non solo è stata esclu­sa da qualsiasi tipo di indagine, ma è, sia per i giu­dici sportivi che per i p.m. della magistratura or­dinaria, al di sopra di ogni sospetto. Lo scudetto 2005-2006 era e resta della Juve. Lo dice la logica. Tema 2. La Juve e il campionato sminuito. Caro presidente, e per conoscenza al succitato Maurelli, come la chiamerebbe una serie A senza l’Inter e con quattro squadre, di cui tre almeno da zona­ Champions, pesantemente penalizzate? Tema 3. L’Inter e Carl Lewis. Come tutti sanno, tranne forse lei e il malcapitato Maurelli, Lewis fu trovato positivo già ai Trials dell’88 (quindi prima di Seul) e protetto dalla sua federazione. Per stessa ammissione dell’interessato, la positività risultò al­tre due volte. E, però, mai fu rivelata. Un po’come certi club solo sfiorati da Calciopoli, ma misterio­samente illesi. Come se tante telefonate, che l’ex designatore Paolo Bergamo giura di avere ricevu­to, fossero provvidenzialmente sparite. Cancellate con un colpo di clic. Un lavoretto scientifico. A ta­volino per l’appunto.Perch basta leggere le dichiarazioni dei BOIA che hanno condannato la Juventus per capire che era uno schema preordinato!
ECCO LA GANG DELLA DISCARICA (discarica, il tribunale!) DI NAPOLI CHE HA NASCOSTO LE interCETTAZIONI DI "INTER-MILAN-ROMA" E' POI HA FATTO SPARITE  IL VIDEO DEL SORTEGGIO!

Nessun commento: