giovedì, luglio 27, 2006

DEDICATO agli AVVOLTOI ....interTRISTI

COLOMBE...no!....falchi...ni....avvoltoi Tutti..!!!...voi tuttiiii!!!!! DEDICATO agli AVVOLTOI.....interTRISTI
.In questa vicenda non ci sono colombe (rarissime ormai) falchi (pochi), e avvoltoi ( tutti): l’ultimo in ordine di tempo è il tuo amico Ronaldo, che dichiara di sapere tutto da tempo (come mai zitto finora però non lo spiega) e che all’Inter mancano tre scudetti. Mi sono rivisto le classifiche di quelle annate con Ronaldo in Italia, ed ho scoperto che l’Inter è arrivata seconda solo nel 97 - 98, a rischio retrocessione nel 98 - 99, quarta dopo spareggio nel 99 - 2000, fuori dalle prime 4 nel 2000 - 01, terza nel 2001 - 02, ed in quest’ultimo campionato potrai dire di tutto, ma era l’Inter in testa a 90’ dal termine, e giocava in uno stadio nel quale i tifosi di casa fischiavano i loro giocatori e li invitavano a farvi vincere(roba da uffiucio inchiesta!) Insomma un altro cialtrone si aggiunge alla lunga sequela di soggetti miserabili che hanno dovuto dire la loro parola idiota nella vicenda. E’ questo che mi rafforza i dubbi, l’ostinata ricerca di chiunque possa dire male di Moggi e della Juventus: hanno riesumato pure De Sisti per vicende del 1992, con Moggi al Torino, descrivendo l’allenatore, uno dei peggiori mai vistisi in qualunque categoria, come vittima del potere di Moggi; il quale Moggi gli impedirebbe di trovare lavoro, invece di affrontare la realtà della sua inettitudine e dire che anche la sua amata Roma gli negò un posto nelle squadre minori. Gli hanno riabilitato bancarottieri come Pieroni, o corruttori di arbitri come Gaucci o plurisqualificati come Dal Cin; oggi tutti si dicono succubi del potere di Moggi, compreso lo stesso Gazzoni che però beneficiava dei prestiti gratuiti dei vari Maresca e Brighi, o del contributo per la comproprietà di Cipriani e Gamberini, o i soldi per l’acquisto del trentaduenne Paramatti, e quando ha trovato chiusa la cassa perchè voleva sempre di piùha cominciato a sparlare cercando rifugio da Moratti, trovando però la porta chiusa. Parla pure Cellino, prototipo del presidente sportivo asservito ad un determinato gruppo - finanziario, indovinate chi: insomma tutte vecchie baldracche riscopertesi finalmente vergini. Dall’altro lato c’è il non tanto velato disegno criminoso di non far ragionare il lettore o il teleutente, il dire le cose a metà o a meno di metà, ben sapendosi che il 90% del tifo antijuventino è predisposto a dire a priori Juve ladra e Moggi mafioso, senza ragionare minimamente sulla veridicità di quanto legge o
ascolta. Ciò che mi fa imbestialire, è che ancora nessuno noti altre evidenti incongruenze di questa sporca vicenda: - i forti dubbi sul fatto che in centomila telefonate, non ce ne sia stata una che sia una con Galliani o con dirigenti interisti;- che da Napoli, dopo che sono state abilmente pilotate le fughe di notizie, adesso si parla di silenzio stampa, proprio nel momento in cui sarebbe più utile sapere se, nelle centomila telefonate fatte o ricevute da Moggi, non ci sia in qualche modo anche Galliani o gli stessi puritani Moratti e Tronchetti Provera: bello questo silenzio stampa tardivo, dopo due settimane di stillicidio scientifico di intercettazioni e dichiarazioni a senso unico; - che dopo avere attaccato la Juventus, hanno nell’ordine coinvolto la Fiorentina e la Roma, come se alla fine della fiera, dovessero risultare pulitissime solo due squadre, guardacaso le milanesi. Quindi, caro amico interista, quando scrivevo "il calcio pulito che verrà non facevo solo amara ironia, ma una ben precisa denuncia di questa grande impostura mediatica che ci sta confezionando un mostro esecrabile prima ancora che sia giudicato tale, e al contempo ci riconsegna ripuliti e profumati, degli autentici sciacalli e corvi che in quel marcio del calcio "a loro dire moggiano" ci hanno ben vissuto e sbafato. Per dirla chiara, , io accuso questi sottoelencati personaggi di essere gli assassini del calcio italiano: 1 -Accuso Moggi e Giraudo. Ma non per quello che a loro attribuiscono, se verrà provato. Li accuso di avere lavorato con ingenua presunzione di evitare gli imbrogli, così facendo il gioco dei servi dei poteri forti Carraro e Galliani, finendo vittime del morso velenoso di questi serpenti velenosi, a conferma che allevandosi vipere prima o poi si subisce il morso mortale. E li accuso per non essere mai stati realmente vicini alla tifoseria, di avere lavorato "dejuventinizzare" la mia Juventus, mettendo alla porta gente che aveva scritto la grande storia bianconera: sono queste, ai miei occhi le loro più gravi colpe.
2 - Accuso Berlusconi, Tronchetti Provera (Moratti no, troppo imbecille, lui mette i soldi), Geronzie e i loro soci della loggia. Sono i veri mandanti di questo massacro mediatico, pilotato non certo per desiderio di pulizia nel calcio, ma per tentare di rimanerne i padroni esclusivi, sul campo, nel Palazzo, negli affari. In fondo sta bene ai miei ex dirigenti l’essere stati pugnalati proprio da loro, dato che storicamente Juventus e Milan mai sono state alleate, ed una ragione ci doveva pur essere. Hanno sempre giocato sporco, e lo si sapeva, ora sono venuti allo scoperto come il gatto e la volpe della situazione, l’uno vuole i due scudetti cercando di tenere il servo attaccato alla poltrona il più a lungo possibile. L' altro, il Tronchetto sa che con la Juventus in campo per l'Inter non ci sarà nessuna possibilità di mettere le mani su uno scudetto, è allora ha detto muoia la Juventus con Giraudo e Moggi. Stesso pensiero di Geronzi. Mr. Capitalia, nel calcio ha investito ingenti capitali, assorbendo cospique perdite con Napoli, Lazio e Perugia e l'unico modo di rifarsi è con la Roma, ma sa che con la conferma di Giaraudo e Moggi, come per l'Inter, anche per la Roma non ci sarà nessuna possibilità di accaparrarsi uno scudetto; allora Morte a Giraudo e Moggi e con loro anche L'odiata Juve. Ma volendo restare a berlusconi e Galliani, la morte del calcio ha una data di nascita ben precisa, 1986, ed è figlia proprio del loro ingresso, del doping nel calciomercato, quando si offrivano cifre folli per acquistare giocatori, della spregiudicatezza nelle operazioni, diciamo così, produttive di vittorie per i rossoneri, degli acquisti in nero, della tv sbarcata prepotentemente nel calcio. Ed in fondo è lo stesso obiettivo di Tronchetti Provera, prendere il posto che fino a ieri avevano Giraudo e Moggi ed essere i padroni assoluti del mondo del calcio, per dividere gli affari lucrosi alla pari con Berlusconi, dalle sponsorizzazioni, alla vendita di partite tramite Alice, a dare lustro anche all’Inter(così pensa lui...povero gonzo...ne vedremo delle belle),per avere i suoi ritorni economici. E non è un caso che abbia cacciato il fido Biscardi solo ora.
4 - Accuso Moratti anzitutto perchè reo di essere troppo imbecille. Il presunto "signore" del calcio, dal parlare contorto che parla parla, spesso accusa ma non dice mai niente. Sempre in agguato per prenderseli i galeotti che alla Juve vincevano con i metodi oggi ritenuti sporchi, prima Lippi, poi David, malgrado veniva accusato di essere drogato, Moggi corteggiato ad ogni estate, da ultimo Capello. E magari i suoi giocatori se i bianconeri vengono davvero retrocessi. Se questi signori vincevano giocando sporco, è chiaro che lui li voleva non certo per redimerli, ma per poter vincere anche lui sporco, no?.
5 - Accuso Mancini. Tipico esempio di bambino raccomandato e ultraviziato, ignorante e cattivo. Ci ha sguazzato ad essere un pupazzo raccomandato della GEA, per potere cominciare ad allenare in serie A senza avere il patentino di allenatore, e sempre per avere, grazie alla GEA, panchine importanti, Fiorentina, Lazio e Inter. Come dire, la GEA è buona se a far carriera violando le norme e lui, poi quando il cielo diventa una piovra se invece non è funzionale ai suoi progetti, rinnega e accusa.
6 - Accuso i rinverginiti. Gaucci, Dal Cin, Cellino, Preziosi, Corioni, Gazzoni: personaggi che hannodato da sempre l’immagine peggiore del calcio e che adesso sperano di rientrare in grande stile, allineandosi al coro unanime anti-Moggi e antiJuve.
Personaggi che hanno fatto della corruzione, delle truffe, dei fallimenti, della bancarotta e dei raggiri, il loro credo principale, che sperano di poter ritrovare un posto nel futuro riassetto, tanto ormai il dire male della Juventus sembra sarà un buon
passaporto, falso naturalmente, per sedersi nella prossima tavola imbandita.
7 - Accuso i PM di Napoli Scoprono solo adesso che gli atti in loro possesso sono coperti da segreto istruttorio, dopo giorni in cui sono fuoriusciti a getto continuo ed usati con grande abilità dai media. Fingono ancora di non accorgersi di non avere, fin dall’inizio, mai avuto competenza per territorio ad indagare sulla vicenda, eppure sono andatiavanti, per arrivare non ad una richiesta di processo, bensì ad una convocazione di conferenza stampa, nella quale hanno pure detto che quanto da loro scoperto è peggio della camorra, offendendo migliaia di cittadini che hanno pianto lutti a causa della camorra, che hanno subito autentici drammi per il pesante condizionamento di questa organizzazione criminale.
8 - Accuso i garantisti a corrente alternata. Ci hanno detto che bisogna attendere i processi, che bisogna avere rispetto
degli indagati, che bisogna verificare attentamente fatti e prove; ci hanno anche spesso detto che la magistratura è faziosa, politicizzata, che perseguita etc. etc.Oggi invece hanno già deciso come deve andare a finire, che non occorrono i processi, che gli indagati sono mostri a prescindere, che le prove sono certe, che i magistrati non sono più faziosi, politicizzati e persecutori.
9 - Accuso i giornalisti. Parafrasando Totò, "siamo uomini o giornalisti?" I veleni, le vessazioni le cattiverie di cui sono capaci, ormai non hanno limiti: hanno già detto tutto, giudicato, denigrato, deriso, messo in giro notizie ininfluenti solo per distruggere l’immagine delle persone coinvolte, ma non tutte, solo quelle a loro nemiche. Non si fermano davanti a nulla, pur di raggiungere il loro obiettivo di sfogare le loro più intime frustrazioni, insinuano, manipolano, occultano quanto loro sgradito, amplificano quanto può da loro essere usato per le proprie insulse teorie. Da giorni imbandiscono processi mediatici televisivi, senza dare spazio di parola agli accusati: anche alla signora Anna Maria Franzoni (che potrebbe, ripeto "potrebbe" essere colpevole di uno dei reati più efferati immaginabili) è stato dato tanto risalto e tanto spazio per difendersi, talk show, interviste, dichiarazioni a mezzo stampa, gossip vacanzieri, avvocati difensori che a cadenza mensile venivano invitati da Vespa, eppure siamo di
fronte ad una vicenda che ha già avuto una pronuncia di primo grado di colpevolezza. Ma per Moggi no, questo non vale.
10 - Accuso i procuratori sportivi.Come le iene (quelle vere), aspettano che altri ammazzino i loro concorrenti per poi potersi sfogare sui loro cadaveri. Vigliacchi, hanno avuto paura della GEA e di Moggi, ma ora sono pronti a mettersi in prima fila, per spartirsi fra di essi le laute procure del parco giocatori GEA. Insomma, si giocheranno ai dadi le vesti del "crocifisso".
11 - Accuso gli impuniti storici. Hanno falsificato, di tutto e di più; hanno cercato di corrompere e corrotto; hanno dileggiato gli altri per coprire le loro colpe. Ed ora sono pronti a sedersi in prima fila, ma saranno loro gli utili idioti di chi ha orchestrato tutto.
12 - Accuso i Quaquaraqua. Quelli che passivamente gridano "Juve ladra", "Moggi mafioso", "serie B, anzi no serie C, anzi no, serie D, anzi no, radiazione, anzi no fucilazione, anzi no, pulizia etnica" solo perchè così sentono gridare. Tutti costoro stanno uccidendo il calcio, non uno solo, perchè sono tutti quelli che in questo marcio ci hanno guadagnato e bene, per i loro interessi, prendendo in giro le varie tifoserie che di loro si sono fidati, e che hanno creduto che le loro squadre perdevano solo per colpa della mafia di Moggi. Come vedi, ho risparmiato solo Zeman, dato che per lui la pacchia è finita, non avrà più quello spazio mediatico che gli riservavano fino ad oggi, non ci sarà più da gettare fango sulla Juventus e sulla Triade, e dunque rimarrà
ben visibile solo la sua mediocrità da allenatore: insomma un altro mediocre che finirà nel dimenticatoio molto presto.

DA; Juventus1897.itsito non ufficiale - unofficialwebsite.url -
Antonio La Rosa

Nessun commento: